Ponte della barca in teak

Teak per uso barca

Il teak è da secoli il materiale preferito per la costruzione delle imbarcazioni. Ma in un momento in cui la sostenibilità e la tutela dell’ambiente sono più importanti che mai, dobbiamo chiederci: come possiamo utilizzare questo materiale collaudato in modo responsabile? In questo articolo parliamo dell'utilizzo del teak nella costruzione nautica.

Il ruolo tradizionale del teak nella costruzione nautica:

Tradizionalmente, per la costruzione delle barche veniva utilizzato il legno di teak con anelli annuali ravvicinati. Questi anelli indicano una crescita lenta e quindi un'elevata densità e durabilità del legno. Tuttavia, questo “vecchio” teak è ormai raro e spesso associato a problemi come il disboscamento illegale. Anche l'importazione di legname tagliato illegalmente è vietata dalla legge.

L'origine del teak: legno di piantagione e teak riciclato

Oggi, la maggior parte del teak proviene da piantagioni o da fonti riciclate, offrendo un'alternativa rispettosa dell'ambiente. Tuttavia è importante notare che le qualità tradizionali con gli anelli annuali ravvicinati spesso non vengono raggiunte con il legno delle piantagioni. Questo perché il legno delle piantagioni viene spesso tagliato dopo soli 15 anni, con conseguente qualità inferiore.
Il teak per il nostro decking, invece, proviene da alberi che hanno tra i 20 ed i 25 anni. Di conseguenza, le assi hanno già un contenuto significativamente più elevato degli oli desiderati come la gomma, che rendono il teak più durevole.

L’importanza della potatura:

Nella scelta del teak per le barche, il tipo di taglio è fondamentale. Quando si taglia la barriera corallina (taglio radiale - anelli annuali in piedi), gli anelli annuali corrono paralleli al lato corto del profilo della tavola, il che offre una struttura uniforme e un'elevata stabilità. Questo è il taglio migliore e più pregiato perché il legno tagliato in questo modo tecnicamente ha le migliori proprietà e può essere tagliato solo da una piccola porzione del tronco dell'albero. Il taglio a mezza barriera corallina (sezione trasversale), invece, è costituito principalmente da anelli annuali in piedi e può essere adatto anche per la costruzione di barche. Il cosiddetto taglio Flader (taglio tangenziale - anelli annuali sdraiati - Flads) con anelli annuali sdraiati non viene generalmente utilizzato per la costruzione di barche.

taglio

Allineamento annuale degli anelli

Assorbimento d'acqua e comportamento di rigonfiamento/ritiro
Taglio tangenziale della patta Anelli annuali giacenti – Flads Elevato assorbimento d'acqua e quindi elevato comportamento di rigonfiamento e ritiro
Sezione Mezza spaccatura Assorbimento d'acqua medio e quindi comportamento di rigonfiamento e ritiro medio
Sezione radiale Anelli annuali eretti – spaccatura Basso assorbimento d'acqua e quindi minore comportamento di rigonfiamento e ritiro

L’importanza della fibra di legno:

L'orientamento delle fibre di legno nel teak è essenziale per la costruzione di imbarcazioni. Le fibre ben allineate garantiscono stabilità e longevità del legno, cosa particolarmente importante in condizioni umide e variabili. Inoltre è assolutamente necessario il corretto fissaggio del legno. Nella costruzione navale, a questo scopo vengono spesso utilizzati adesivi permanentemente elastici che vengono applicati sulla superficie. Va menzionato qui Sikaflex, che è considerato lo standard per questa applicazione.

Il nostro teak sostenibile:

A Betterwood Facciamo affidamento sul teak proveniente da piantagioni gestite in modo sostenibile. Il nostro teak soddisfa gli elevati requisiti della costruzione di terrazze. Tuttavia non selezioniamo il nostro legno in base a tagli speciali o alle esigenze della costruzione navale. Se desideri utilizzare il nostro legno per il tuo progetto di barca, ti consigliamo di ordinare legna aggiuntiva sufficiente. Dai un'occhiata anche al nostro criteri di ordinamento con una tavola stabile con pinna e WING.

Conclusione:

Grazie alle sue eccellenti proprietà tecniche e alla sua naturale durabilità, il teak è la prima scelta per le coperte in legno nel settore marittimo. Tuttavia, a causa dei secoli di utilizzo intensivo del legno, il teak proveniente dalle foreste primarie del nostro pianeta è diventato un bene raro che necessita di essere protetto. In alternativa, nel settore nautico vengono spesso offerti altri rivestimenti per ponti. Di seguito è riportato un elenco:

  • Teak sintetico: imita l'aspetto del teak
  • PVC: un materiale versatile che ben si adatta al decking ed è disponibile in una varietà di colori e texture.
  • Sughero: un materiale ecologico e antiscivolo che risulta confortevole sotto i piedi.
  • Schiuma EVA: leggera, ammortizzante e antiscivolo, comunemente utilizzata sui ponti degli yacht.
  • Gomma: un'opzione robusta e antiscivolo adatta a condizioni difficili.
  • Fibre naturali: materiali come il bambù.
  • Alluminio.
  • Fibra di vetro: un'opzione resistente e durevole utilizzata in molte applicazioni di costruzione navale.
  • Gomma: Elastica e resistente ai raggi UV e all'acqua salata.
  • Legno: Oltre al teak, per i rivestimenti delle coperte vengono utilizzati anche altri legni come il mogano o il frassino.

Se non vuoi rinunciare alla naturalezza del legno, assicurati di utilizzare teak proveniente da piantagioni sostenibili che abbiano almeno 20 anni. Anche se non può competere con i giganti secolari tagliati dalle foreste tropicali nel lontano passato, ha ancora una resistenza all'umidità e all'acqua salata relativamente elevata rispetto ad altri legni, se installato correttamente.

Per domande specifiche sulla nostra offerta di teak o sulla scelta del legno giusto per il vostro progetto, non esitate a contattarci. Saremo felici di aiutarti con qualsiasi domanda tu possa avere.

Salva carrello
Condividi carrello
Condividi carrello